Perchè ognuno riconosca il valore del nostro essere Cooperativa di lavoro e sociale

Festeggiamo il Primo Maggio Festeggiare il Primo Maggio, significa far ritrovare al lavoro il giusto valore che la Costituzione Italiana ci consegna, oggi più che mai. Siamo oltre 1500 persone che si sono associate in cooperativa per darsi un lavoro, da soli, ma insieme. Lavoratori o soci? Entrambi. Per questo il Primo Maggio è la nostra festa, come lo è il 5 luglio in occasione della Giornata Internazionale della Cooperazione. Un lavoro con persone che in molti casi anche il primo maggio hanno bisogno delle nostre attività. Pertanto a chi lavorerà, rivolgo l'invito a festeggiare in altra data, in un giorno diverso è vero, ma nel quale ciascuno potrà comunque dare valore al proprio essere "lavoratore" anche impegnato a sostenere non solo i propri diritti ma anche i diritti delle persone che aiutiamo ogni giorno. 

E questo potrà avvenire in un giorno di riposo che assegnamo aggiuntivamente a chi tra di noi lavora il primo maggio.
Perchè non solo a parole, ognuno riconosca il valore indiscutibile del nostro essere Cooperativa di lavoro e sociale.
W il Primo maggio!

 

Sabato 12 marzo alle ore 19.00 proiezione in anteprima assoluta di "Vicino alla mia pelle" presso la sala Il Movie di via Cagliari 42 - Torino. Il film coprodotto da Cooperativa Animazione Valdocco e Redibis film e con la regia di Sergio Fergnachino, è in concorso nella sezione “Panoramica Doc” all'interno del 15°Piemonte Movie gLocal Film Festival.
Scheda del film VICINO ALLA MIA PELLE
di Sergio Fergnachino
Con Mario Cappennani Cristina e Federico Valente
Italia, 2015, 63', col.
Produzione: Redibis Film, Cooperativa Animazione Valdocco
Distribuzione: Articolture
Location: Torino, Berlino (Germania)

Federico, un ragazzo che soffre di un disturbo autistico, e Mario, il suo educatore, partono per un viaggio a Berlino...

  

Petrucci: attendo serenamente gli esiti dell’attività della Magistratura Questa mattina agenti della Guardia di Finanza di Torino hanno perquisito le sedi della Cooperativa Animazione Valdocco e le case di alcuni Dirigenti della Cooperativa.

Il Presidente Paolo Petrucci è stato raggiunto da una informazione di garanzia dalla Procura della Repubblica che sta procedendo ad indagini preliminari in ordine alle ipotesi di reato relative agli articoli 110 e 353 del Codice Penale commesso in Torino in data prossimo al Novembre 2013. Il Decreto di perquisizione della Procura cita il possibile rinvenimento di “materiale e documentazione, anche su supporto informatico, relativa alla gara ad evidenza pubblica per il servizio di gestione di iniziative a favore della popolazione ROM (procedura aperta 83/2013)”, gara alla quale la Cooperativa Animazione Valdocco ha partecipato come capofila di un Raggruppamento Temporaneo d’Imprese che comprendeva anche A.I.Z.O. Associazione Italiana Zingari Oggi, Associazione Terra del Fuoco, Cooperativa Liberitutti, Cooperativa Stranaidea e Croce Rossa Italiana Comitato di Torino.

Tutti gli operatori coinvolti della Cooperativa Animazione Valdocco hanno oggi collaborato alle attività della Guardia di Finanza, rendendo disponibili le informazioni e i documenti richiesti. La nostra Cooperativa, insieme agli altri associati in RTI e alla rete di partner che hanno collaborato al servizio, ha portato a termine il servizio oggetto di Gara, e in questo momento stiamo continuando a sostenere i percorsi di integrazione delle persone che abbiamo aiutato ad uscire dai campi ROM di Torino.

Il Presidente Petrucci: “Ritenendo di aver agito nel rispetto delle responsabilità consegnatemi dai soci della Cooperativa e nell’interesse dei beneficiari dei servizi che eroghiamo, attendo serenamente gli esiti dell’attività della Magistratura”.

Le immagini della presentazione dei risultati: