A Settimo Torinese il nuovo centro inclusivo per ragazzi con disturbi dello spettro dell'autismo e per le loro famiglie. Un luogo dove si potranno svolgere attività educative specifiche che aiutino le famiglie ad affrontare serenamente il percorso di crescita e sviluppo dei ragazzi. Si tratta della prima struttura nel suo genere su questo territorio e punta a diventare, nel corso dei mesi, il punto di riferimento di un bacino ampio di Comuni.

Il centro è stato inaugurato sabato 18 dicembre nella ex scuola elementare Nino Costa, al Villaggio Olimpia, i cui locali sono stati rinnovati su un progetto cucito proprio sulla nuova funzione della struttura. L'edificio è stato infatti ristrutturato per aiutare le persone con autismo, adeguandolo alle loro necessità specifiche. Il Centro Autismo "AllaNinoCosta" include spazi come una stanza sensoriale dove i ragazzi, grazie alla stimolazione di tutti i cinque sensi, possono trarre benefici nel loro percorso di apprendimento, anche grazie alla strumentazione acquistata grazie a un contributo di Iren. I lavori sull'edificio sono stati finanziati ed eseguiti, in larghissima parte, dalla ditta Lauria Impianti SRL, con un intervento che supera i 100mila euro, di fatto donati alla Città.

«Le diagnosi di autismo stanno purtroppo aumentando – interviene il vicesindaco Giancarlo Brino I servizi sociali hanno lunghe liste di attesa per le prese in carico, per questo servono nuovi strumenti specifici per affrontare il problema. L'ASL, di norma, gestisce i casi dal punto di vista sanitario, clinico e riabilitativo. Occorreva però dotarsi di un servizio educativo pensato per l'età evolutiva, dai 3 ai 20 anni circa, che avesse determinate caratteristiche. Per esempio l'inclusività: i ragazzi autistici devono poter interagire fra di loro ma anche con il resto della comunità, e il Centro si presta bene. È integrato nel tessuto urbano, in un contesto raccolto e “protetto” come il Villaggio Olimpia che favorisce uscite e attività all'esterno. Il Centro poi non è pensato come “esclusivo” sull'autismo: l'obiettivo è includere anche altre problematiche o disabilità perché è dimostrato che l'approccio “misto” porta grandi benefici». Il servizio, in capo all' Unione Net e affidato in gestione alla Cooperativa Animazione Valdocco, nasce in via sperimentale per le famiglie settimesi, entrerà a regime nei prossimi mesi e potrà essere esteso anche ad altri Comuni.

«Le famiglie lavoreranno insieme perché il problema dell'autismo impatta molto sull'equilibrio dei nuclei – interviene l'assessore alla scuola Alessandra Girard A seconda dell'età, sono previste attività di training per i genitori: è essenziale dare strumenti alle famiglie per poter lavorare insieme». "AllaNinoCosta" affiancherà e integrerà le attività dedicate all'autismo già presenti a Settimo con il servizio Il Girotondo, che rimarrà attivo.

«La scelta di collocare "AllaNinoCosta" al villaggio Olimpia non è casuale, porta valore aggiunto e consolida la funzione pubblica in quest'area – interviene la sindaca Elena PiastraDa un lato, evidenzia attenzione per un quartiere decentrato che a causa del calo delle nascite da tempo non reggeva più la presenza di una scuola. Dall'altro, reca importanti benefici agli ospiti della struttura che avranno ampi spazi all'aperto da sfruttare e la possibilità di interagire con chi risiede al Villaggio. Impossibile poi dimenticare il prezioso contributo della ditta Lauria Impianti, che ringrazio a nome di tutta la comunità per l'eccellente lavoro svolto e per lo spirito di servizio verso la Città».

fonte: Ufficio Stampa Comune di Settimo Torinese

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.